Casanova | Arte

7178288693_224b9b1ee3_kCasanova inizia ad interessarsi al mondo dell’arte fin dagli anni ’80. Nel 1987 Riccardo Mazzi e Roberto Cinci proprietari di Casanova (che in quegli anni si chiamava Casakit) saranno promotori, nel loro spazio nel vicolo della Manna, di eventi che coinvolgeranno giovani artisti senesi come Alessandro Bellucci e Mario Catoni. per l’occasione sarà allestita una mostra di oggetti “impossibili”  intitolata “il design ha una curva“, con la partecipazione del designer Edoardo Malagigi.

Nello spazio di viale Toselli, oltre la trentennale esperienza e competenza nella commercializzazione di mobili di grande design come Lago, Molteni, Valcucine, Flexform, Baxter, Artemide e molti altri, continua fin dal 2010 una costante proposta di eventi legati all’arte, all’architettura, al design, alla poesia con mostre e incontri di grande prestigio, questa serie di eventi porta il nome di Casanova arte.

loghi inner room open zona toselli2Casanova arte è inserita nella serie di eventi organizzati da Open Zona Toselli, un’iniziativa ideata da Federico Fusi e Alessandro Bellucci, che sono i promotori ed i curatori e con la collaborazione di Carlo Pizzichini.

Il primo appuntamento che ha inaugurato questa serie di eventi è stata una mostra organizzata per la presentazione della cucina Val Cucine decorata da Carlo Pizzichini. La ditta Valcucine da molti anni chiedeva ad artisti internazionali di creare un disegno per le ante delle sue cucine, fra questi artisti ci sono Sandro Chia, Ugo Nespolo e molti altri. In quest’occasione la Valcucine aveva dato l’incarico all’artista Carlo Pizzichini, ed oltre la decorazione delle ante è stato presentato un’ampia rassegna di opere realizzate negli ultimi dieci anni dall’artista senese, dipinti, ceramiche, grafiche, sculture.

Successivamente è stata la volta dell’artista-ceramista Terry Davies che ha fatto conoscere le sue ceramiche primitive, alcune di queste sono ancora esposte all’interno dello show-room di viale Toselli.

Tanganelli-10Dopo Terry Davies sono state presentate le opere pittoriche di un’eterogena collettiva di artisti svizzeri-tedeschi, il nome della mostra era ”la forma helvetica

Nell’ambito della rassegna “l’occhio innocente” di Open Zona Toselli è stata allestita una retrospettiva di lavori dell’artista Marco Antonio Tanganelli scomparso nel 96. Insieme alle opere di Tanganelli erano esposti lavori di Carlo Pizzichi, Marco Acquafredda, Paolo Barbagli e Gianni Lillo.

Nel 2014 saranno esposte le opere iperrealiste del giovane e talentuoso artista cinese Ma Chao, poi lo spazio ospiterà un’interessante talk con l’artista Sergio Sarra e  gli architetti Carlo Nepi e Marina Gennari. Agli inizi del 2015 è stato presentato il lavoro della artista-ceramista Elisa Confortini.

Alla fine del 2015 si sono svolti un ciclo di 4 incontri su architettura e poesia contemporanea dal titolo”l’architettura può essere poesia“.
In questa serie di talk, articolati in quattro serate, poeti ed architetti hanno parlato di poesia, prosa e architettura in un serrato confronto volto al tentativo di affrontare una possibile lettura della contemporaneità attraverso il rapporto tra le due discipline, evitando di cadere nella facile trappola della definizione di un rapporto esclusivamente “estetico”, là dove troppo spesso il termine “poetico” viene ridotto a categoria di giudizio.
I talk si sono aperti il 9 ottobre con il primo incontro a Casanova dove erano presenti Augusto Mazzini, Alessandro Fo e Goffredo Serrini.
Il secondo appuntamento invece si svolto nelle splendide sale della Pinacoteca Nazionale, il 16 ottobre con la presenza di Alessandro Fo, Goffredo Serrini, Matteo Pelliti, Giacomo Magrini, Marcello Aitiani, Antonio Prete e Paolo Mazzini.
Il terzo si è svolto nello show-room di Casanova ed ha avuto come ospiti Paolo Mazzini, Alessandro Bagnoli, Marcello Aitiani, Antonio Prete e Jacopo Ninni.IMG_1970
Il quarto di nuovo a Casanova con gli architetti Carlo Nepi e Riccardo Butini e il poeta Giacomo Magrini.
I moderatori dei talk sono stati Francesco Ricci, Marina Gennari e Jacopo Ninni (Poetarum Silva). Rita Ceccarelli ha letto alcuni brani degli autori.
Durante il periodo dei talk si è aperta anche un’ esposizione collettiva presso lo show-room di Casanova, dal titolo “Ho mulini di idee”.
Si è trattato di un’installazione di oggetti privati dei nostri ospiti che hanno avuto per loro una funzione creatrice. Abbiamo posto questa domanda ai protagonisti dei talk: “come nasce un’idea?” e tutti gli autori-protagonisti hanno aderito portando oggetti o opere proprie o di altri autori: gli oggetti esposti sono dei poeti Alessandro Fo, Antonio Prete, Giacomo Magrini, Matteo Pelliti, il poeta-architetto Goffredo Serrini e degli architetti Augusto Mazzini, Paolo Mazzini, Carlo Nepi, Riccardo Butini, Sandro Bagnoli e l’artista Marcello Aitiani.
Sono state esposte anche delle opere dell’architetto Carlo Scarpa e degli artisti Daniele Nannini e Laura Fo.

Casanova Arte per Open Zona Toselli ha prodotto e sta producendo prodotti audiovisivi fra cui un video dal titolo «Un irresistibile richiamo» sulla poesia cinese contemporanea, con la regia di Rita Ceccarelli e Alessandro Bellucci, che potete trovare su YouTube a questo indirizzo.
Altro materiale è reperibile su Open Zona Toselli.

Comments are closed.

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes